Follow by Email

martedì 3 giugno 2014

'Simband' il braccialetto che ci dice come stiamo

imageANSA - Il futuro della tecnologia indossabile sarà sempre più in simbiosi col fattore salute. Ne è convinta Samsung che nel corso di un maxi evento a San Francisco ha svelato un prototipo di braccialetto 'intelligente', chiamato 'Simband', che raccoglierà una grande quantità di dati sullo stato di salute di chi lo indossa. Sensori di nuova generazione potranno fare un test dei livelli di glucosio nel sangue o analizzare quello che c'è nell'aria intorno alla persona che li indossa.

L'azienda sudcoreana, che già presidia il mercato degli orologi 'smart', ha anche lanciato un investimento da 50 milioni di dollari per progetti focalizzati sul 'monitoraggio' della salute. Il prototipo presentato ieri, sarà potenziato rispetto agli attuali braccialetti fitness. Includerà diversi sensori, anche di terze parti, e raccoglierà continuamente dati sul proprio stato fisico che poi analizzerà e collegherà a una piattaforma ad hoc, 'Sami'. A fare la differenza, ha ribadito Ram Fish, vice president per Digital Health di Samsung, saranno i sensori di nuova generazione, che potranno fare un test dei livelli di glucosio nel sangue più facilmente o analizzare quello che c'è nell'aria intorno alla persona che li indossa.

Entro la fine dell'anno gli sviluppatori dovrebbero poter mettere le mani sulla versione 'beta' della piattaforma.

Ora si attende una risposta dal rivale Apple che il 2 giugno ha dato appuntamento agli sviluppatori con l'attesa conferenza annuale. Il colosso di Cupertino ha ingaggiato diversi ricercatori ed esperti di sensori medici. Secondo indiscrezioni la prossima versione del sistema operativo iOS sarà centrata sull'elemento salute.

Nessun commento:

Posta un commento