Follow by Email

domenica 30 giugno 2013

Cure palliative e tumori

(AGI) - New York, 28 giu. - Quasi due terzi dei malati terminali di tumore ai polmoni non capisce che la radioterapia a cui si sottopongono ha la funzione di alleviare i sintomi, e credono sia una cura. Lo afferma uno studio del Dana-Farber Cancer Institute di Boston pubblicato dal Journal of Clinical Oncology. Lo studio è stato condotto su 384 pazienti, a cui sono state chieste le aspettative sulla radioterapia palliativa prescritta per ridurre il dolore e altri sintomi neurologici.
  Il 64% si è detto convinto di seguire una forma di terapia, e il 20% ha addirittura dichiarato che la cura avrebbe sconfitto il cancro 'molto probabilmente'. Il 78% era invece convinto che le radiazioni servissero a 'vivere più a lungo'. "Siamo stati sorpresi del risultato - commentano gli autori - perché' a tutti i pazienti era stato detto che la terapia serviva a migliorare l'ultimo periodo della loro vita".

Nessun commento:

Posta un commento