Follow by Email

mercoledì 28 novembre 2012

L'esposizione all'inquinamento dell'aria aumenta il rischio di autismo

(AGI) - Chicago, 27 nov. - L'esposizione all'inquinamento dell'aria causato dal traffico - in particolare a microparticelle e biossido di azoto - durante la gravidanza e durante il primo anno di vita di un bambino sembra essere associata a un aumento del rischio di autismo. Emerge da un nuovo studio coordinato da Heather Volk della University of Southern California e pubblicato sulla rivista Archives of General Psychiatry. La ricerca ha esaminato la correlazione tra la qualita' dell'aria, il traffico automobilistico e l'autismo, analizzando 279 bambini autistici comparati a un gruppo di controllo di 245 bimbi. "L'esposizione all'inquinamento atmosferico legato al traffico e' stata associata dai nostri risultati a un aumentato rischio di autismo. Questi effetti sono stati osservati, misurando l'inquinamento atmosferico su livelli locali e regionali in correlazione alle aree di residenza dei bambini coinvolti nello studio", ha spiegato la Volk. "Gli esiti suggeriscono la necessita' di approfondire la comprensione degli effetti dell'inquinamento - ha aggiunto - sulla salute umana e in particolare sullo sviluppo della malattia autistica". I bambini che vivevano in aree con i piu' alti livelli di inquinamento hanno triplicato le possibilita' di ammalarsi di autismo rispetto ai bimbi residenti in aree a bassa esposizione .

Nessun commento:

Posta un commento