Follow by Email

sabato 16 giugno 2012

Maglietta per monitoraggio h24 per gli anziani

(Adnkronos Salute) - In arrivo una nuova maglietta in grado di effettuare un costante monitoraggio dei parametri vitali. Grazie a un sensore cardiaco sarà possibile rilevare la frequenza cardiaca e la funzionalità cardiovascolare, così come la funzionalità respiratoria attraverso la rilevazione della frequenza degli atti del respiro, la durata della fase in ed espiratoria, la pausa in apnea respiratoria e, durante la fase di sonno. E tutto questo è stato pensato per l'anziano, per offrirgli un invecchiamento di qualità, dotandolo di strumenti che possano tutelarlo nel diritto alla salute e consentirgli sicurezza e tranquillità, anche dal punto di vista sanitario, dentro e fuori casa. Se ne parla oggi oggi e domani ad Ancona per la prima due giorni di lavori del network Italia Longeva, alla presenza del ministro della Salute e di decine di altri esperti del settore.
 In questa direzione, si stanno promuovendo svariati progetti, dalla telemedicina ad applicazioni su telefoni cellulari, iPhone, iPad, che consentano contatti diretti con medici e istituzioni, per migliorare il percorso assistenziale e le condizioni di vita del paziente anziano e dei suoi caregiver. Obiettivo della nuova medicina è la re-ingegnerizzazione di percorsi e profili assistenziali per garantire la continuità e l'integrazione delle cure unite alla valorizzazione delle capacità di 'auto-organizzazione' personale e familiare con l'aiuto delle nuove tecnologie.


La maglietta fornisce informazioni precise anche sulla prestanza e performance fisica, particolarmente mirata agli anziani in riabilitazione e agli atleti. In tempo reale è possibile ottenere dati riguardanti il consumo calorico durante le diverse entità dell'esercizio fisico in relazione al rapporto contapassi (che consente il miglior controllo dei movimenti) + Bmi (indice di massa corporea). Informazioni utili per la programmazione di un programma riabilitativo mirato alla capacità di sforzo e di carico di lavoro e di una dieta con un adeguato apporto calorico in base alle necessità. La maglietta check-up è anche allo studio per la rilevazione della corretta postura del corpo attraverso l'individuazione di posture obbligate e difetti motori, sia a riposo sia nel sonno, in movimento, consentendo la programmazione di una eventuale riabilitazione e correzione di vizi e difetti motori. "La tecnica è già utilizzata nel ginocchio - avverte Alberto Migliore, dipartimento di medicina interna dell'ospedale S.Pietro-Fatebenefratelli di Roma - ma la difficoltà dell'anca è la profondità dell'articolazione. Con la guida dell'ecografo però riusciamo a iniettare il farmaco direttamente nella zona interessata senza far disperdere il prodotto nell'organismo. Inoltre abbiamo standardizzato la tempistica e la quantità di acido ialuronico da applicare nella procedura. Nel libro - aggiunge - sono state raccolte le nostre pubblicazioni sulle riviste internazionali e grazie all'Associazione nazionale per la terapia intra-aricolare dell'anca con guida ecografia (Antiage) abbiamo formato nel tempo oltre 250 medici in 60 città".

Secondo Giovanni Minisola, presidente della Società italiana di reumatologia (Sir), questo tipo di cura delle patologie dolorose dell'anca "coniuga un'innovazione di tipo farmaceutico, l'acido ialuronico, una sostanza viscosa ed elastica con la proprietà di armotizzare i traumi dell'articolazione, con un avanzamento strumentale della diagnostica per immagini. Inoltre - suggerisce - apre altre possibilità di veicolare in futuro con la stessa metodica sostanze differenti dall'acido ialuronico come ad esempio i farmaci biologici".

"I trattamenti nei casi di artrosi dell'anca - sottolineano i due esperti - possono essere conservativi e chirurgici. Quest'ultimo arriva alla fine, quando ormai l'articolazione è lesionata e la disabilità è diventata grave, ma comunque dopo il fallimento degli approcci conservativi. Tra questi - concludono - ci sono anche: la dieta per perdere peso, la fisioterpaia, l'uso di anti infiammatori".

Nessun commento:

Posta un commento