Follow by Email

lunedì 16 aprile 2012

Nelle farmacie si possono fare test diagnostici e ricevere prestazioni da infermieri e fisioterapisti

Novità in farmacia: è entrato in vigore il Decreto ministeriale sulla “farmacia dei servizi”, che permette che, nei punti vendita, i cittadini possano ricevere anche delle prestazioni professionali. Via libera, quindi, ai test “autodiagnostici”, che i pazienti possono gestire direttamente o, se le condizioni fisiche non lo permettono, con l’aiuto di un operatore sanitario.
Si potranno effettuare test per la glicemia, il colesterolo e i trigliceridi e per la misurazione dell’emoglobina, test per la misurazione di componenti delle urine, test di ovulazione, di gravidanza e di menopausa, ma anche del colon-retto, per rilevare eventuali tracce di sangue nelle feci.

Da adesso, in farmacia si potranno anche utilizzare dei dispositivi come quelli per la misurazione della pressione arteriosa, della capacità polmonare e della saturazione dell'ossigeno. E, ancora, i dispositivi per il monitoraggio della pressione arteriosa e l’attività del cuore in collegamento funzionale con i centri di cardiologia accreditati dalle regioni.

Soprattutto, il Decreto permette anche che infermieri e fisioterapisti possano prestare servizi ai pazienti, in base alle loro competenze. L’infermiere, quindi, potrà effettuare medicazioni e iniezioni intramuscolo e fare attività di educazione sanitaria e consulting. Il fisioterapista, terapie per la rieducazione delle disabilità motorie e psico motorie.

http://www.piusanipiubelli.it/salute/esami/check-up-in-farmacia.htm

Nessun commento:

Posta un commento