Follow by Email

domenica 18 marzo 2012

Prevenzione la chiave per preservare la fertilità, Totti testimonial Androlife 2012

Un testimonial d'eccezione come il calciatore della Roma Francesco Totti, un ricco calendario di appuntamenti tra incontri, dibattiti, concerti, partite di calcio, e un numero verde ad hoc (800.100.122) da contattare per prenotare visite gratuite. Dopo il grande successo della prima edizione - che ha coinvolto oltre 1 milione di giovani in tutta Italia, con 2.100 sottoposti a una visita medica che ha consentito di individuare patologie andrologiche nel 30% di loro, con 6 casi di tumore al testicolo, e 300.000 email inviate al sito www.androlife.it - torna dal 17 al 23 marzo il Progetto Androlife 2012, promosso dalla Società italiana di andrologia e medicina della sessualità (Siams) insieme con la Fondazione Amico Andrologo, in collaborazione con il ministero della Salute.

"I dati sulla procreazione medicalmente assistita dell'Istituto superiore di Sanità indicano un incremento nel numero delle coppie che si sottopongono a fecondazione in vitro, pari al 10%. Ma soltanto il 20% – ricorda Carlo Foresta, presidente della Siams, ordinario di Patologia clinica all'Università di Padova, promotore di Androlife - riesce a centrare l'obiettivo: si tratta di metodiche di grande valore tecnico e significativo costo economico, il cui impiego si potrebbe evitare se si ponesse maggiore attenzione alla prevenzione delle alterazioni della fertilità nel maschio, attenzione da adottare già nella fase adolescenziale".

La Siams consiglia a tutti i diciottenni una visita medica dell'apparato riproduttivo e l'esecuzione di un esame del liquido seminale: in questa età della vita, infatti individuare precocemente eventuali alterazioni consente di apportare correttivi, sottoporre opportunamente ad appropriata cura e quindi impedire, un domani da adulti, il ricorso a tecniche di Pma. "E' più che mai utile che i giovani siano a conoscenza dei fattori di rischio dell'infertilità legati agli stili di vita - obesità, fumo, droga, alcol - fattori modificabili, che potrebbero essere completamente annullati", dicono gli esperti.

Il tasso di fecondità, comunemente definito come il numero medio di figli per donna, si è fortemente ridotto negli ultimi anni in Italia e in molti Paesi d'Europa come Spagna, Germania, Olanda. Atteso che almeno due figli per donna permettono a una popolazione di riprodursi mantenendo costante la propria struttura e consistenza demografica, se si tiene conto delle coppie infertili e di quelle che per scelta decidono di non procreare, il tasso di fecondità ideale dovrebbe essere di tre figli per donna, evidenziano gli esperti. In realtà nei Paesi europei il tasso di fecondità è ben al di sotto, attestandosi su una media di 1,6 con punte più basse in Italia (1,42) e in Germania (1,38).

Contemporaneamente si osserva un aumento dell'infertilità di coppia poiché le donne cercano figli in età sempre più avanzata (media italiana 2010: 30,8 anni), fattore accompagnato da una via più ridotta produzione di spermatozoi negli uomini. James W. Vaupel, direttore del Max Planck Institute for Demographic Research di Rostock in Germania, sostiene che, in base al trend di questi anni, entro la fine del secolo la popolazione italiana sarà di appena 10 milioni, contro gli attuali 60 milioni. Per contrastare questo trend nasce il progetto Androlife: incontri, dibattiti ma anche concerti, partite di calcio e momenti di socializzazione giovanile, per una riflessione condivisa sui fattori di rischio modificabili che incidono sulla capacità riproduttiva del maschio (stili di vita, influenze ambientali, sostanze dopanti, regimi alimentari, malattie sessualmente trasmesse).

I consigli sono racchiusi in un Manifesto sul rischio di infertilità e le 10 Regole essenziali alla prevenzione: queste le fondamenta di Androlife che, in occasione della Festa del Papà, propone una settimana di visite gratuite presso ambulatori ospedalieri pubblici, effettuate da medici afferenti alla Siams. Il fil rouge di quest'anno sarà su infertilità & ambiente. In questi giorni uno spot con Totti va in onda su Rai, Mediaset e tv locali. Per maggiori informazioni: www.androlife.it. http://www.adnkronos.com/IGN/Daily_Life/Benessere/Salute-visite-gratis-per-i-giovani-Totti-testimonial-Androlife-2012_313095923207.html

Nessun commento:

Posta un commento