Follow by Email

mercoledì 22 febbraio 2012

Superbatterio causato da troppi antibiotici usati per il bestiame

Scoperta l'origine di un micidiale batterio resistente a vari antibiotici, un ceppo dello stafilococco MRSA: il micidiale batterio è il risultato di un'evoluzione 'andata e ritornò, ovvero quando era un batterio poco pericoloso è passato da uomo a animali d'allevamento; poi, a causa dell'intenso uso di antibiotici negli allevamenti, è divenuto antibiotico-resistente, infine è saltato di nuovo all'uomo creando non pochi problemi di salute pubblica. E' quanto dimostra uno studio internazionale pubblicato sulla rivista mBio da un gruppo multicentrico di scienziati del Translational Genomics Research Institute (TGen) a Flagstaff in Arizona, insieme al danese Statens Serum Institut. MRSA è un pericolo per la salute pubblica perché' resiste a svariati antibiotici e quindi ad oggi è difficile da combattere. Gli esperti hanno studiato l'origine del ceppo MRSA CC398 molto diffuso negli animali d'allevamento e speso causa di infezioni del personale addetto al comparto della produzione di bestiame. Gli esperti hanno studiato il Dna di 88 campioni di questo batterio e confrontandoli hanno ricostruito la sua origine: il ceppo deriva da uno stafilococco sensibile agli antibiotici passato da uomini a bestiame. Poi a causa dell'eccessivo uso di antibiotici negli allevamenti intensivi (e quindi di pratiche sconsiderate per massimizzare la produzione) lo stafilococco è divenuto resistente a due importanti antibiotici, la tetraciclina e la meticillina; infine è tornato all'uomo, questa volta molto più cattivo e pericoloso di prima. La sua storia è dunque un percorso di andata e ritorno nel corso del quale il batterio è mutato divenendo cattivo, come conseguenza di pratiche di produzione sconsiderate.(ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento