Follow by Email

domenica 8 gennaio 2012

Paracetamolo: scoperto come eliminare le controindicazioni tossiche


Per un raffreddore o per un mal di testa, il paracetamolo, uno dei farmaci piu' diffusi e' quasi sempre la prima scelta ma se assunto in forti dosi puo' avere effetti tossici sull'organismo. Ora, un gruppo di ricercatori ha descritto il meccanismo di azione di questo farmaco, finora sconosciuto anche se si trova in commercio dal 1950 e si e' aperta la strada alla produzione di molecole che abbiano lo stesso effetto antidolorifico ma senza le controindicazioni tossiche. La scoperta, pubblicata su Nature Communications, si deve ad un team di studiosi provenienti da Francia, Svezia e Regno Unito.

I ricercatori hanno identificato una proteina chiamata TRPA1 che si trova sulla superficie delle cellule nervose ed e' la molecola chiave, necessaria perche' il paracetamolo sia un antidolorifico efficace. Il team ha inoltre scoperto che prendere paracetamolo induce la creazione di un dannoso sottoprodotto detto NAPQUI, responsabile degli effetti collaterali tossici osservati in casi di sovradosaggio, nel midollo spinale e nel fegato. ''Adesso abbiamo capito il meccanismo principale di come funziona questo farmaco - afferma David Anderson del King's College di Londra, uno degli autori della ricerca - e quindi possiamo cominciare a cercare molecole che funzionino allo stesso modo per dare sollievo al dolore ma che sono meno tossiche e che non comportano complicazioni serie in caso di sovradosaggio''.http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/medicina/2011/12/20/visualizza_new.html_16493912.html

Nessun commento:

Posta un commento