Follow by Email

lunedì 26 dicembre 2011

Rimedi anti-colesterolo

I cibi da evitare o comunque da consumare con moderazione quando siamo in presenza di elevati livelli di colesterolo o, semplicemente, per mantenere il nostro organismo in buona salute sono:
- burro, creme, formaggi, latte intero
- biscotti e pasticcini
- grassi idrogenati ( presenti in cibi fritti e lavorati )
- salse, pasticci di carne, pancetta, hamburger
- caffè non filtrato
- rognone
- fegato
- anatra
- agnello
- gamberetti
- sardine
CIBI DA INSERIRE NELLA DIETA CHE DETERMINANO UNA RIDUZIONE IMPORTANTE DI COLESTEROLO
I GRASSI POLIINSATURI, presenti in noci, semi, cereali integrali, pesci grassi e oli vegetali e quelli MONOINSATURI, presenti nell'olio di oliva, contribuiscono a mantenere bassi i livelli di colesterolo. E' stato segnalato che nelle località dove è alto il consumo di pesce i casi di infarto o ictus, determinati dalla presenza di elevati livelli di colesterolo ematico, sono assai rari. Gli eschimesi, che si nutrono quasi esclusivamente di pesce, presentano un irrisorio numero di casi di queste patologie.
Anche l' American Healt Association consiglia, per ridurre il tasso di colesterolo e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, di consumare alimenti ricchi di acidi grassi poliinsaturi ed in particolare di OMEGA 3. Questa indicazione deriva dagli studi, effettuati negli anni '50 dal medico Hugh Sinclair, che, dopo aver valutato a lungo l' alimentazione degli eschimesi, giunse alla conclusione che non è tanto l'apporto di acidi grassi saturi ma la carenza di acidi grassi omega 3 che costituisce un fattore di rischio per le patologie cardiovascolari. Oggi troviamo sul mercato perle contenenti acidi grassi essenziali omega 3 che costituiscono un valido aiuto per la prevenzione o per accompagnare la cura farmacologica di tali patologie.

http://www.rodiola.it/colesterolo_dieta_cibi.php

Per aiutare la funzionalità epatica, si può ricorrere al carciofo, ricco di cinarina, una sostanza amara che degrada l'accumulo di colesterolo e previene la formazione di calcoli alla cistifellea. Se ne consiglia l'assunzione sotto forma di tintura madre, in 40 gocce, tre volte al giorno. Utili anche le virtù dell'aglio, ricco di allicina, che blocca l'assorbimento dei grassi e agisce in maniera benefica sulla circolazione sanguigna.

· Per favorire l'eliminazione dei grassi in eccesso, giovano le proprietà del fieno greco, 30 gocce, 3 volte al giorno.

· Per drenare i grassi in eccesso, invece, è indicato il frassino, da associare al tarassaco, che aiuta a normalizzare i livelli di LDL nel sangue. Molto utile anche il rosmarino, che stimola il drenaggio dei grassi da parte sia di fegato che di cistifellea, da preferire in casi di disturbi del metabolismo.

Importante anche seguire sempre una corretta alimentazione, ridurre il consumo di grassi saturi contenuti in alcuni cibi, preferire, se è possibile, alimenti a base di soia ed aumentare l'apporto di cibi ricchi in acidi grassi essenziali.

http://www.erboristeriadelborgo.it/colesterolo/118-rimedi-naturali-anticolesterolo/1468-le-piante-utili-per-sconfiggere-il-colesterolo.html

Nessun commento:

Posta un commento