Follow by Email

mercoledì 30 novembre 2011

Il wireless danneggia la fertilità maschile

Il wireless riduce la qualita' del liquido seminale maschile, danneggiando la fertilita'. Sono questi i risultati di uno studio spagnolo condotto dalla Nascentis Medicina Reproductiva di Cordoba. I ricercatori hanno prelevato campioni di liquido seminale di 19 uomini in salute e ne hanno lasciato alcune gocce sotto un laptop collegato a Internet tramite una connessione Wi-Fi, controllandone poi le condizioni dopo quattro ore. Un quarto degli spermatozoi era immobile, mentre in un campione analogo di controllo posto a distanza di sicurezza dal computer questa percentuale era solo del 14 per cento. Inoltre, il 9 per cento dello sperma mostrava danni genetici al Dna, tre volte piu' del campione di controllo.
  La causa di questa situazione, secondo gli scienziati, sono le radiazioni elettromagnetiche generate durante la comunicazione wireless. "I nostri dati suggeriscono che l'uso di un computer portatile connesso in modalita' wireless a Internet e posizionato vicino agli organi riproduttivi maschili puo' ridurre la qualita' dello sperma umano", spiega Conrado Avendano, a capo del gruppo di ricerca. Gli scienziati, come si legge sulla rivista Fertility and Sterility, hanno poi condotto un altro test sotto un laptop con connessione via cavo, ma in questo caso non si sono registrati danni significativi al campione di liquido seminale.http://www.agi.it/

Nessun commento:

Posta un commento