Follow by Email

venerdì 9 settembre 2011

Mal di stomaco

Lo dice il ministero della Salute: milioni di italiani soffrono di problemi digestivi. Però non sanno riconoscerli.
Ecco allora i sintomi che ingannano e le cure giuste Mal di pancia? le cure - Lo dice il ministero della Salute: milioni di italiani soffrono di problemi digestivi. Però non sanno riconoscerli. Ecco allora i sintomi che ingannano e le cure giuste Fotogallery Capita di svegliarsi la mattina e di avvertire una spiacevole sensazione di dolore allo stomaco. A volte si tratta solo di una “vendetta” dell’intestino per l’abbuffata della sera prima, ma se il dolore persiste potrebbe anche trattarsi di altro. Il 40% per cento degli italiani soffre di problemi digestivi,sottovalutando il problema: a lungo andare il mal di stomaco incide sulla qualità della nostra vita, sul nostro equilibrio psicologico e sulle nostre occupazioni quotidiane.
Spesso poi non sappiamo riconoscerne i sintomi: quello che ci sembra un normale mal di gola unito alla tosse, provocato da un colpo d’aria, potrebbe trattarsi invece di un l reflusso gastroesofageo, e l’assunzione di farmaci inadeguati potrebbe solo peggiorare il dolore. Il dolore al petto può essere causato da un’eccessiva dilatazione dello stomaco, e cioè essere un caso di epigastralgia. Anche l’anormale gonfiore che possiamo provare dopo aver fatto colazione a volte non è da ricondurre al fegato, ma all’incapacità dello stomaco di mescolare il cibo adeguatamente. Se questi fastidi durano più di un paio di giorni, è bene consultare un medico, e nel frattempo modificare il proprio stile di vita: fate attenzione all’alimentazione, evitando cibi grassi e unti, e bevande gassate o alcoliche.
Masticate con lentezza, e consumate cibo in quantità moderata. Rinunciate alle sigarette e fate più attività fisica: anche il grasso in eccesso può contribuire al mal di stomaco, perché premendo sull’addome spinge verso l’esofago i succhi gastrici acidi, provocando sgradevoli disturbi. Evitate di consumare farmaci, a meno che non vi siano stati prescritti dal medico: l’aspirina e gli altri infiammatori possono danneggiare le pareti dello stomaco, e vanno quindi assunti in quantità moderate, preferibilmente durante i pasti, per una migliore digestione. E, regola fondamentale: no allo stress! Il nervosismo è fatale per il nostro organismo! Una bella tisana rilassante è l’ideale per calmare voi e il vostro pancino, concedetevi questa pausa almeno una volta al giorno.
http://donna.libero.it

Nessun commento:

Posta un commento